Jaeger Le Coultre

24-04-2013

Jaeger Le Coultre

JAEGER-LECOULTRE, TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE

Oltre 175 anni fa, nel suo laboratorio di Le Sentier, Antoine LeCoultre segnava l’inizio di una lunga storia, il cui successo non ha mai smesso di rimanere al passo coi tempi. Grande visionario per la propria epoca, non immaginava certo che la sua piccola attività familiare sarebbe diventata la prima manifattura d’orologeria della Vallèe de Joux.

Dai primi rotismi ai meccanismi brevettati, la Manifattura di Le Sentier si è sempre più sviluppata e l’edificio originario è stato più volte ampliato.
L’unione con la società parigina Jaeger ha poi permesso di ampliare la fama del marchio che da allora si è affermato come un grande punto di riferimento per l’intero settore dell’orologeria svizzera d’alta gamma.

Da quel momento, la Manifattura Jaeger-LeCoultre non ha mai smesso di espandersi. Ha riunito tra le proprie mura i talenti e le competenze
necessarie alla realizzazione completa di ogni orologio: oltre 1000 persone, 40 mestieri e 20 tecnologie. Ha depositato 300 brevetti e realizzato oltre 1000 calibri d’eccezione, raccogliendo ogni sfida e moltiplicando i successi raccolti. Il suo repertorio spazia dal Calibro 101, il movimento meccanico più piccolo al mondo, alle complicazioni più ingegnose: tourbillon, calendari perpetui, ripetizione minuti, fasi di luna, indicatori della riserva di carica, cronografi, svegliarini e orologi con doppio fuso orario.

Ancora oggi, nell’operosa quiete della Vallèe de Joux, gli uomini e le donne di Jaeger-LeCoultre coltivano ogni giorno la loro abilità e le loro competenze, dando così vita a una delle manifatture di massimo riferimento dell’alta orologeria. Che si tratti di artigiani, designer, gioiellieri o di maestri-orologiai, tutti perpetuano quel ricco patrimonio che contribuisce a diffondere l’immagine di successo che Jaeger-LeCoultre ha nel mondo intero.